Forbici da potatura

Le forbici da potatura sono uno strumento indispensabile nel giardinaggio e nell’orto-cultura. Si tratta di un utensile manuale creato con due lame, tenute assieme da un perno attorno al quale le stesse ruotano.

forbici da potatura

Solitamente, l’impugnatura delle forbici da potatura è costituita da due anelli o da due sezioni dove devono essere infilate le dita che comandano lo strumento. In commercio esistono molte tipologie di forbici da potatura.

Per comprendere quale sia il principio che muove questo utilissimo strumento, è indispensabile comprendere il meccanismo della ‘leva doppia’, dove il perno delle forbici da potatura rappresenta il fulcro. Se notiamo con attenzione la forma delle forbici da potatura, possiamo notare che esse presentano un’impugnatura molto lunga e delle lame decisamente corte.

La forma è così creata perché, secondo il principio della leva doppia, la forza necessaria per tagliare un oggetto diminuisce se l’impugnatura è lunga e se l’oggetto che deve essere tagliato è vicino al fulcro che tiene unite le due lame. Ecco spiegata la forma bizzarra che le forbici da potatura spesso presentano: si tratta di una regola fisica, messa in pratica per poter lavorare in modo ottimale risparmiando importanti energie fisiche.

L’interessante universo delle forbici da potatura: uso, tipologie e considerazioni

Le forbici da potatura servono per il taglio di alberi, arbusti, cespugli e siepi, per donare loro una forma che ne permetta una crescita equilibrata e rigogliosa.

Oltre alla potatura, queste tipologie di forbici vengono spesso impiegate per eliminare la vegetazione in eccesso dagli orti e dai giardini. Le forbici da potatura sono realizzate in modo da operare con la massima facilità, rispettando la giusta distanza tra elemento e strumento.

In commercio esistono diversi tipi di forbici da potatura: dalle  semplici forbici da potatura passanti, che solitamente hanno una lunghezza di 20 cm, fino ai modelli di tagliasiepi, strumenti che raggiungono la lunghezza di 50 cm.

A questi due modelli si aggiungono le forbici da potatura tronca-rami, le quali presentano braccia lunghissime e delle lame molto corte, per sfruttare appieno il principio sopradescritto della ‘leva doppia’ e quindi permettere di tagliare i rami resistenti con minore sforzo fisico.

Ogni vegetale, ogni pianta e ogni siepe, chiede di essere trattata con gli strumenti giusti. Ecco che, scegliere un modello di forbici da potatura rispetto ad un altro è una scelta che coinvolge molti fattori.

Tra essi annoveriamo:
– la tipologia della pianta, che può essere costituita da un legno tenero o particolarmente resistente, dalla presenza di un fogliame fitto oppure molto rado. Queste caratteristiche sono importanti e chiedono di essere analizzate quando ci si accinge ad acquistare le forbici da potatura.

Se i lavori da fare nel giardino e nell’orto sono di natura minuziosa e precisa, è preferibile dotarsi di forbici da potatura passanti, dalla lunghezza minuta e perfetta per essere impugnata con facilità. Se le opere interessano il taglio di rami più distanti e dalle dimensioni importanti, è ideale valutare l’acquisto di forbici da potatura più lunghe, quali le tagliasiepi e i tronca-rami.
– la manualità della persona che svolge il lavoro. Per usare nel modo corretto le forbici da potatura è fondamentale conoscere questa millenaria arte, la quale permette sia alla pianta di mantenersi sana, che di dare frutti nel ciclo successivo. Una potatura sbagliata può pregiudicare la salute della pianta, per cui è sempre meglio iniziare con piccoli gesti e servirsi di strumenti facili da maneggiare. Una volta imparata la tecnica si può passare alla potatura di alberi e di siepi più grandi e difficili, senza paura di sbagliare ma, al contrario, con la sicurezza di fare del bene alle nostre adorate piante.

Forbici da potatura: alcuni trucchi per mantenerle belle a lungo nel tempo

In commercio esistono tanti marchi di forbici da potatura. I prezzi sono ovviamente variabili, ma un buon paio di forbici di potatura presenta un costo coerente con la qualità del metallo e con la meccanica di costruzione.

Acquistare delle forbici da potatura di buona qualità è una scelta intelligente, in quanto si può contare su uno strumento resistente e durevole nel tempo. Per conservare le forbici da potatura nel migliore dei modi e allungare il loro ciclo vitale, è ideale pulire con un panno asciutto le lame alla fine di ogni utilizzo e asciugarle con cura per evitare che si formi la ruggine.

Le forbici da potatura devono essere conservate in un luogo fresco e asciutto, al riparo dall’umidità e dagli agenti atmosferici. Questi semplici accorgimenti possono davvero far durare lo strumento per molto tempo, rendendo l’investimento ancor più positivo.

Come ogni strumento a lama, anche le forbici da potatura devono essere affilate periodicamente. Le forbici da potatura non affilate sono degli oggetti pericolosi, in quanto possono sforzare il meccanismo di funzionamento e praticare tagli accidentali e imprevisti. E’ quindi consigliabile portare dall’arrotino di fiducia le proprie forbici da potatura, in modo da poter disporre di un oggetto sicuro e perfettamente affilato in ogni momento.

Forbici da potaturaultima modifica: 2015-07-29T20:12:45+00:00da gardenico
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment