Coltivare Lattuga

Chi non ha mai pensato di coltivare lattuga nel proprio orto o giardino o addirittura in vaso? Prima di parlare della coltivazione lattuga, cerchiamo di comprendere meglio le diverse varietà disponibili.

come coltivare lattuga

Quanti tipi di lattuga esistono?

Esistono molte varietà di lattuga come per esempio la lattuga brasiliana, la lattuga cappuccio, La lattuga romana, la lattuga Batavia, la lattuga gentile.

La lattuga cappuccio ha una forma tipica rotonda E si presenta con grandi foglie formando una sorta di palla a strati.

La lattuga brasiliana si presenta con foglie grandi molto croccanti, caratteristiche sono le foglie che l’avvolgono come fosse un gomitolo.

La lattuga romana ha una forma ovale con le foglie lunghe sovrapposte tra loro. Si presenta con delle foglie di colore verde leggermente ricurve.

La lattuga gentile conosciuta anche come la lattuga rossa ho lattuga bionda, ha una forma leggermente tondeggiante con foglie grandi ed arricciate.

La lattuga Batavia si presenta invece con foglie grandi a forma ondulata con bordi rossi. Tipica forma della lattuga semiaperta.

 

Uso della lattuga tavola

Uno degli usi principali della lattuga e quello dell’insalata servita nelle tavole con dei pomodori o semplicemente condita con olio e sale.

La lattuga è principalmente composta da fibre  e acqua, ha il vantaggio di avere poche calorie È di aiutare il metabolismo apportando le vitamine A, B, C e diversi sali minerali.  La lattuga trova spazio nelle diete in tutti quei soggetti che necessitano di sali minerali.

Quante calorie contiene una lattuga?

Le lattughe sono verdure a bassissimo contenuto calorico, infatti hanno soltanto 27 Kcalorie per ogni 100 grammi.

 

Trapianto e Coltivazione lattuga

Bene, prima di passare alla coltivazione della lattuga  e bene cominciare a preparare tutti gli attrezzi necessari, zappa prima di tutto. Se non ne hai ancora acquistata una,  ti consiglio di comprarla in un buon negozio di giardinaggio. Io ne ho comprata una sul sito gardenhome.it ed è di ottima fattura.

Il terreno

Il terreno dovrà essere molto fertile Durante tutto l’anno. Assicuratevi che la temperatura sia sempre compresa tra il 15 e 20 gradi, per assicurare alle lattughe una buona crescita.

Il trapianto

Le lattughe vanno trapiantate ad una distanza di circa 30 cm l’una dall’altra. Successivamente bisognerà pressare il terreno e compattarlo bene per rendere più stabili le radici sul terreno.

Adesso è il momento di innaffiare le lattughe delicatamente. La coltivazione della lattuga varia da 4 a 6 settimane.

 

Accorgimenti utili

È preferibile tenere areato il terreno zappandolo con cura, al fine di ridurre la presenza di erbe infestanti.

La lattuga ha bisogno di modeste innaffiature soprattutto in estate, con caldo torrido, È periodi di siccità.

Se compri le sementi, assicurati che siano pellettati e di acquistarli in un buon negozio specializzato di giardinaggio.

 

Raccolta della lattuga

La raccolta della lattuga È preferibile farla di primo mattino per via della freschezza apportata dalla brezza notturna. Per raccoglierla correttamente si dovranno estrarre i cespi con l’aiuto di un coltello affilato, tagliando la parte più bassa della lattuga.

Quando è il periodo migliore per la raccolta? Quando le foglie saranno mature e pronte per essere mangiate, allora questo è il momento migliore per raccogliere.

Una volta raccolta, la lattuga può essere conservata in frigo. Puoi anche utilizzare un sacchetto di plastica per salvaguardare la freschezza per circa 1 settimana.

Consociazione della lattuga

La lattuga gradisce molto la consociazione con aglio, cipolle e pomodoro, quindi se ne avete la possibilità piantateli pure.

Le malattie della lattuga

La malattia più comune della lattuga è senza dubbio la Bremia: ovvero una particolare muffa di colore bianco che si trova sotto le foglie. Questa avversità è sicuramente tra le più pericolose per la lattuga.

Coltivare Lattugaultima modifica: 2015-12-10T23:20:59+00:00da gardenico
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment